samedi 20 octobre 2012

Il sole è bianco, non è più giallo

Il sole, tutti i giorni lo guardiamo, eppure pochi di noi si sono accorti che il suo colore è cambiato.
Non è più giallo, è bianco
Cosa sta succedendo?


Chi di noi che ha più di trent'anni non si ricorda dei cieli della nostra infanzia? Chi non si ricorda dei primi soli disegnati a scuola che erano gialli, di un bel giallo acceso che si rifletteva sulla natura e le città?
Non per niente il colore giallo era associato al caldo colore del sole!
Ma adesso, i nostri figli, come lo vedono? Lo vedono bianco, a stento usano il giallo per disegnarlo, la sua luce non è più caldamente gialla. E' bianca, quasi ci acceca, sopra tutto al suo alzare ed al suo calare, cosa che non succedeva anni indietro. Oggi, di più in più si sente persone che dicono: la luce del sole mi dà fastidio...
Fate una prova: lasciate un giornale al sole e vedrette che ingiallisce in un giorno, cosa che anni indietro faceva in una o due settimane....
Il sole degli anni 70 era giallo e riscaldava, quello di oggi sembra carta da vetro perché pizzica e brucia. 
Un pò come una lampadina ad alogene, a differenza delle classiche lampadine incandescenti.
Ma perché tutto questo:
Contrariamente a quel che si potrebbe credere, il sole visto nello spazio è bianco perché emette luce in tutti gli spettri. Ed il bianco non è un vero colore ma contiene tutti i colori dello spettro elettromagnetico eviene per questo chiamato anche colore acromatico.
In precedenza, l'atmosfera assorbiva soltanto una parte delle sue radiazioni, il che dava un sole giallo. Ma oggi, con l'affievolimento del campo magnetico terrestre, riceviamo tutte le radiazioni che percepiamo a secondo del loro vero colore,  ovvero il bianco, non più filtrato dalla non totalità delle radiazioni come prima.
Alcuni dicono che ciò che accade con il sole è semplicemente dovuto ad una fortissima forza magnetica che agisce sugli elementi del ferro nel nucleo del Sole, il che riduce il fattore di smorzamento degli elementi pesanti e aumenta il tasso di fusione.
Altri sostengono lo spruzzare per anni scie chimiche nel cielo ha colpito lo spettro della luce, e persino portato via lo strato di ozono.
Altri ancora dicono che il sole brucia i suoi strati finali di gas e inizierà presto a diventare nero.

Non si sa.... ma per adesso addio al sole giallo dell'infanzia di tanti di noi.



3 commentaires:

  1. non ho mai letto così tante stronzate tutte insieme...

    RépondreSupprimer
  2. Scusa, ma quali sarebbero le stronzate?
    La luce che percepiamo del sole è effettivamente meno gialla di quella che percepivamo anni fa.
    Sul motivo non saprei, ma anche l'articolo non si sbilancia. Ma tu su che pianeta vivi?

    RépondreSupprimer